27 aprile 2017

Giovedì 11 Maggio – 1°Giornata

Scienze under 18 - Rotonda della besana - Giovedì

Non credere ai tuoi occhi - ex.18 - 3C Caterina da Siena

L'argomento trattato dall'exhibit sono alcuni fenomeni in “apparenza strani”.
Nel primo tavolo c’era una scatola forata a lato e in alto veniva puntato un laser; a
questo punto della sabbia veniva calata dal foro in alto e guardando dal foro a lato si
poteva vedere la sabbia illuminata dal laser.
Nel secondo tavolo degli specchi messi a triangolo circondavano un oggetto,
guardando negli specchi l'effetto della riflessione continua creava un'affascinante
sequenza dell’oggetto.
Nel terzo tavolo delle palline venivano messe in diverse bocce contenenti diversi
liquidi tra cui l'acqua. In una boccia una pallina diventava invisibile.

Progetto Faberlab - ex.7 - Trienno Liceo Statale "Marie Curie"

Il liceo statale Marie Curie si è occupato di intelligenza artificiale costruendo dei robot
(4 per la precisione) con abilità diverse.
1°: Robot capace di sollevare oggetti grazie ad un braccio;
2°: Robot capace di evitare gli ostacoli
3°: Robot controllato a distanza da uno smartphone
4°: Robot per l'ambiente in grado di prendere e rilasciare oggetti.
Gli studenti hanno presentato un progetto di Alternanza Scuola Lavoro realizzato
presso il laboratorio Faberlaba di Tradate.

Esperimenti fantastici con l'acqua e le sue proprietà - ex.3 - 1A/1B Galli Pascoli Milano

In questo exhibit i bambini della scuola “Galli Pascoli” hanno mostrato molti
esperimenti. Ne descriviamo due.
1- Nel primo hanno versato del colorante in 2 bottigliette d’acqua a temperature
diverse. In quella contenente l’acqua fredda il colorante galleggia sopra l’acqua; in
quella contenente acqua calda il colorante si è disperso molto velocemente.
I bambini ci hanno anche spiegato che questo è dovuto al fatto che le molecole
nell’acqua fredda sono più unite e non fanno muovere facilmente i liquidi estranei.
2- In questo esperimento, chiamato vasi comunicanti, i bambini hanno usato
una sezione di tubo di gomma per collegare 2 mezze bottiglie . Quando una delle 2
bottiglie veniva alzata, l’acqua presente nell’altra bottiglia si “rimetteva a livello”.

 

 

Miscugli e mani in paste - ex.19-  1B sms.E.Montale/Bollate, MI

Con questo exhibit i ragazzi hanno mostrato alcune proprietà delle varie paste che
compongono ad esempio le crêpe o la pizza e di come reagiscano alla cottura tramite
delle piastre riscaldate

Modellizzare il corpo umano - ex.16-  2B Media Ascoli

Questi ragazzi ci hanno spiegato attraverso modellini  l'apparato respiratorio e quello
circolatorio partendo da come sono composti e i percorsi che fanno all'interno del
nostro corpo arrivando a descrivere parti più specifiche come trachea e diaframma.

 

SFIDA ALLA SCIENZA - Gemellaggi di colori

Per "sfidare" la scienza diverse classi, divisi a gruppi di tre, hanno esguito questo
esperimento che consisteva nel tentare di formare alcuni colori a partire dai tre colori
primari (giallo, rosso, blu). Con l'aiuto di un foglio con su scritte le combinazioni di colori
i ragazzi combinavano i colori fino a raggiungere un solo colore uguale per tutti. Un
punteggio stabiliva ogni volta il terzetto vincitore.

Greenlab-Le piante: Biodiversità e alimentazione - ex.23 - 5A De Andreis

Questa sezione era dedicata alle piante con una parte anche sugli OGM. Il primo
tavolo era dedicato all’approfondimento delle parti di una foglia. Poi si sezionava e si
osservava un fiore, seguiva una parte di spiegazione su fiori e dugli OGM. Per
concludere l'ultima parte è stata svolta all'aperto e hanno spiegato come i fiori riescano
a proteggersi da agenti esterni.

 

Eureka! Funziona - ex.22 - 5C Elementari de Andreis

Questo exhibit consisteva nel dividere a gruppi i bambini e fargli costruire giocattoli che
funzionassero ad aria o ad acqua. Le maestre  fornivano il seguente
materiale: Cannucce, Palloncini, Pezzi di legno, Lastra di metallo, Ruote di
cartone, Elastici, Ferma campioni, Legnetti, Tubo di gomma, Siringhe senza
punta, Cera, Chiodi, Fili, Tubicino a Y.

1° GRUPPO: macchinina ad aria
2° GRUPPO: lancia missili
3° GRUPPO: betoniera
4°GRUPPO: catamarano dei pompieri
5° GRUPPO: funivia
 6° GRUPPO: esperimenti sulla “forza dell'aria” e della gravità.

 

Dentro la materia: atomi, molecole e reazioni - ex.13 - 1D Scuola media sms Cairoli MI

In questo stand hanno parlato di atomi, molecole e reazioni. Hanno spiegato che cosa
sono gli atomi e che, con diversi combinazioni, formano molti tipi di molecole ad
esempio NH 3 (ammoniaca), SO 2 (diossido di zolfo). 
I ragazzi hanno proposto tre esperimenti sulle reazioni. 
Il primo gruppo ha spiegato che se in una vaschetta vengono messi una candela
accesa e un po’ d’acqua e si copre la candela con un barattolo, quando la candela si
spegne l’acqua sale nel barattoloo. 
Il secondo gruppo ha spiegato che se in un barattolo viene messo dell’aceto e in un
guanto del bicarbonato e quest’ultimo viene posto sopra al barattolo, il guanto si
gonfia. 
Il terzo gruppo per l’esposizione ha utilizzato una candela e due contenitori (uno vuoto
e l’altro che contiene aceto e bicarbonato). Se la candela accesa viene messa nel
contenitore vuoto, la fiamma non varia e resta accesa,se invece la candela viene
messa nel contenitore che contiene il miscuglio, la fiamma si spegne.

 

Donne nella scienza - ex.6 - 2lab scientifico sms IC M. Candia, Milano

I ragazzi ci hanno mostrato un astrolabio costruito da loro, una riproduzione del DNA,
(che anche noi potevamo ricostruire) e tre tipi diversi di scomposizione cromatica
causate per esempio, da un disco di Newton, da uno specchio immerso in acqua e da
piccoli cannocchiali, che guardandogli all’interno, riflettevano la scala cromatica
all’interno.
Inoltre hanno realizzato un pannello ed una ruota che mostra le scienziate e le associa
alle proprie scoperte.
Alcune delle donne che ci hanno presentato sono:
 Ipazia D’Alessandria, l’astronoma che inventò l’astrolabio, un apparecchio in grado
di vedere le posizioni delle costellazioni inserendo mese ed ora.
 Margherita Hack, astrofisica e prima donna a dirigere un osservatorio astronomico
in Italia: contribuì alla ricerca della classificazione spettrale di molte stelle.
 Rosalind Franklin, radiologa e biologa, scoprì la forma della struttura del DNA
attraverso una “foto” ottrnuta con l’uso dei raggi X: non ricevette il Nobel perché
alcuni colleghi si appropriarono della sua ricerca.
Inoltre hanno mostrato i risultati di un sondaggio effettuato tra uomini e donne dal quale
risulta che la maggior parte delle donne sono laureate, ma con minor possibilità di
trovar lavoro di un uomo.
Infine stanno effettuando un altro sondaggio tra gli studenti presenti alla Rotonda della
Besana, in cui si individuano quanti ragazzi e ragazze hanno pensato di intraprendere
una carriera scientifica.

In viaggio con Escher - ex.21 - 5C De Andreis Milano

L'exhibit è stato dedicato ad Escher e alle sue opere descrivendo in particolare il suo
modo di "leggere" la realtà applicando un approccio matematico e geometrico. I
ragazzinhanno fatto vedere tassellazioni, trasformazioni di figure e illusioni ottiche

Da parmenide alle esplorazioni del mondo della superficie sferica - Ex.24 - 5B - De Andreis Milano

I simpatici ragazzi della 5b della scuola elementare De Andreis, hanno tenuto
un'interessante lezione sull’utilizzo della Sfera di Lénart, una sfera sulla quale possono
essere applicate svariate regole sulla geometria.
E' stato molto approfondito l'argomento delle rette parallele, le quali, su superfici
sferiche non esistono perché qualsiasi retta tracciata finirà per congiungersi; infatti si
possono tracciare solamente circonferenze massime e circonferenze.
Le circonferenze massime sono state tracciate con un apposito strumento di cui vi
mostriamo la foto, mentre le circonferenze si costruiscono utilizzando uno speciale
compasso concavo la cui puntina viene appoggiata su una ventosa.
Infine con questa sfera , riusciamo ad ottenere biangoli e triangoli con due lati di 90°!